Connect with us

Storia

La battaglia di Piedimonte San Germano nei filmati dei cinegiornali britannici| Video

Published

on

A differenza del fronte di Cassino dove è stato realizzato molto materiale audiovisivo dai reparti specialistici della Quinta Armata, sul fronte della Linea Hitler non si riscontra tale produzione.

Nell’analisi della documentazione audiovisiva presente negli archivi del N.A.R.A di Washington, del The National Archives di Londra, dell’Imperial War Museums di Londra e negli archivi dell’Associated Press sono stati rintracciati alcuni filmati prodotti dagli Alleati, utilizzati per la propaganda dove vengono mostrate immagini della battaglia di Piedimonte San Germano (20-25 maggio 1944).

Il materiale è contenuto soprattutto nei cinegiornali britannici ed è sconosciuto agli studiosi locali e ai tanti appassionati delle vicende storiche del periodo bellico che ha interessato il territorio.
Il primo documento filmato è il Pictorial News n.164, conservato e disponibile negli archivi dell’Imperial War Museums di Londra.

Il Word Pictorial News è stato prodotto dal settembre 1940 fino all’ottobre 1945, quando il nome è cambiato in World Pictorial News. E’ stato pubblicato dal Ministero Britannico dell’Informazione dall’ufficio del Cairo e diffuso a tutte le truppe alleate in Medio Oriente.
Il War Pictorial News n.164 è l’edizione del cinegiornale ufficiale britannico prodotto il 26 giugno 1944 e composto da due parti: la caduta di Roma e l’invasione della Francia.
Il cinegiornale inizia con alcuni soldati della fanteria inglese che incontrano i soldati della Quinta Armata americana sulla strada che porta a Roma. I soldati si radunano vicino alle Jeep parcheggiate e a favore di telecamere agitano le mani. Il cinegiornale mostra poi soldati canadesi che spazzano i campi dalle mine e i carri armati che attraversano i corsi d’acqua ed ispezionano i bunker tedeschi. Le immagini mostrano le rovine di Pontecorvo e Aquino. Nel War Pictorial News n.164 vengono mostrate le immagini di Piedimonte San Germano completamente distrutta e i soldati tedeschi fatti prigionieri che escono dal bunker. Il commento è in lingua inglese.

Il secondo filmato in cui sono mostrate immagini della battaglia di Piedimonte è il Warwork News n.49 conservato e disponibile negli archivi dell’Imperial War Museums di Londra.
Il Warwork news è una serie di cinegiornali prodotta durante la seconda guerra mondiale e distribuita nelle fabbriche britanniche.
Il Warwork n.49 è diviso in tre parti e nella seconda racconta l’avanzata degli Alleati verso Roma. Le immagini mostrano i combattimenti ad Anzio, i prigionieri tedeschi sottoposti al test per la malaria e lo sfondamento della Linea Hitler, Il commento enfatizza la cattura di Piedimonte San Germano, Aquino e Pontecorvo da parte delle forze polacche, britanniche e canadesi.
Le immagini mostrano la battaglia di Piedimonte con i cannoni che sparano verso l’abitato già distrutto, scene di combattimento nel centro abitato e la cattura di soldati tedeschi.

Il filmato più importante e completo sulla battaglia di Piedimonte è il Fifth and Eight Fighting Forward prodotto dal British Movietone News, conservato e disponibile nell’Archivio del British Movietone acquisito dall’Associated Press.
Il Movietone News è il più diffuso cinegiornale creato negli Stati Uniti nel 1928 e l’anno successivo lanciato nel Regno Unito con il nome di British Movietone News.

 

Nel filmato Fifth and Eight Fighting Forward vengono mostrate molte scene della battaglia di Piedimonte. Per la prima volta si possono ascoltare i suoni ed i rumori soprattutto dei cannoni e delle armi utilizzate negli scontri. Il filmato dura 167 secondi e comprende vari momenti dell’avanzata alleata verso Roma.

Nello stesso archivio è stato rintracciato un altro prezioso filmato sempre intitolato Fifth and Eight Fighting Forward – No Sound  dedicato completamente alla battaglia di Piedimonte che mostriamo nella copertina di questo articolo.

Della durata di 264 secondi, il film mostra i cannoni che bombardano la cittadina, gli scontri tra le macerie, le scene dei prigionieri tedeschi e in lontananza le rovine di Piedimonte.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Advertisement
Advertisement

Archivio Storico

Advertisement

Trending