Eventi

La Valle di Comino e la grande storia dei popoli italici, il 15 febbraio al teatro comunale di Alvito

Redazione

Published

on

La Valle di Comino e la grande storia dei popoli italici, ė il titolo del meeting informativo organizzato ad Alvito venerdì 15 febbraio alle ore 17.00 presso il teatro comunale.

Gli argomenti trattati dai relatori spaziano fra la storia, l’archeologia, l’architettura e l’alimentazione del periodo preromano. L’incontro seguirà il format del Festival delle Storie con interviste ai relatori ed un dibattito finale. L’obiettivo è quello di aprire un dialogo basato sulla conoscenza di quanto già conosciuto del territorio e le ipotesi formulate dai vari studiosi.

9:30 Incontro con le classi della scuola media e delle 4° e 5° elementare.

11:00 Incontro presso l’Istituto Tecnico Agrario. Interviene Università di Cassino e Lazio Merid.

17:00 Convegno sui popoli italici.

Interverranno:

Nicola Mastronardi – Giornalista e scrittore – autore di Viteliù il nome della libertà. Romanzo storico ambientato anche nelle nostre zone e basato su fatti realmente riportati sui testi antichi. Ilenia Carnevale – Archeologa – Direttrice del Museo Archeologico di Atina, Ilaria Melillo ed Emanuela Miceli – Mediateur Museo Archeologico del Sannio (Benevento) – Analisi sui cibi e coltivazioni a partire dall’età antica. Daniele Baldassarre – Architetto – autore del libro Latium vetus et adiectum. Architetture megalitiche. Luigi Ricciardi – Scrittore (testimonianza) Moderatore: Vittorio Macioce – Festival delle Storie.

A seguire dibattito aperto A cena i ristoranti di Alvito propongono piatti a tema dei popoli italici. (Ristoranti: Agria, La Baita, Osteria dell’orologio, Covo dei Briganti. Agriturismi: Cerere, Fataverde orto e Locanda. Pizzeria le Fontanelle)

VisitAlvito risponde alla richiesta, di operatori del commercio e turismo, di unire le forze per mostrare al mondo il territorio di Alvito e della Valle di Comino, e per questo molto apprezzato, per la sua selvaggia bellezza, terra inesplorata e incontaminata, priva del turismo di massa.

I 110Km di percorsi (tabellati e georeferenziati) su strade sterrate, praticabili a cavallo, in moutain bike, e ovviamente a piedi, si uniscono e si intersecano con altri percorsi del Parco Nazionale Abruzzo Lazio e della Riserva Naturale di Posta Fibreno oltre a strade comunali di semplice fruibilità fra panorami spettacolari che uniscono i comuni dell’intera Valle di Comino.

Le associazioni operanti sul territorio sono sempre disponibili ad accompagnare il turista domenicale o esperto turista domenicale, alla scoperta della storia di questi luoghi, di quanto delle epoche remote è rimasto a noi disponibile, e di tutto quel che la natura ci dona.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Advertisement

Notizie sponsorizzate

Advertisement

Archivio Storico