news

“Frosinone Legge”, il programma completo degli incontri culturali in Biblioteca

Redazione

Published

on

Con “Frosinone legge” l’Associazione i Biblionauti promuove la conoscenza di scrittori locali, scrittori emergenti e personaggi dell’arte e della cultura. Ricominciano gli incontri culturali in Biblioteca. Ecco il programma completo.

Gli incontri culturali che stanno coinvolgendo scrittori locali, scrittori emergenti, personaggi dell’arte e
della cultura, storici e giornalisti riprenderanno presso la sede della Biblioteca e di regola il giovedì con
inizio alle ore 17:30. “Frosinone legge”, una iniziativa voluta e promossa dalla Associazione Culturale i Biblionauti e dalla Biblioteca comunale Turriziani di Frosinone proprio per fare conoscere il grande potenziale culturale presente sul nostro territorio.

La kermesse é iniziata giovedì 17 ottobre con la scrittrice Simona Mannucci, autrice del romanzo “Sono nata dal piombo” che attraverso la storia dolorosa di Anna, la scrittrice ricostruisce un pezzo di vita italiana, uno squarcio su di un Sud che nella città di Gaeta, trova una sintesi singolare: una città di mare aperta anche all’emigrazione, una comunità orgogliosa delle sue antichissime tradizioni, un luogo in cui la natura è ancora felice, erede di quella Campania felix di cui favoleggiavano i nostri progenitori.

Questo il calendario degli incontri programmati.

Guido Cangemi con “La vianova” il 21 novembre

Sarà Guido Cangemi, giovedì 21 novembre, a parlare del suo romanzo “La Vianova”. Uno spaccato di vita vissuta, uno straordinario affresco sulla trasformazione, dopo le devastazioni della seconda guerra mondiale, di una piccola comunità contadina dove si lavorava solamente nei campi e del benessere si sentiva solo parlare da qualche coraggioso emigrato che tornava per la festa del Patrono. Ma qualcuno con intelligenza e scaltrezza, riesce a trasformare una mentalità antica e rassegnata in un nuovo modo di concepire il lavoro, compiendo direttamente il passaggio dal settore primario al terziario. Una svolta epocale. Oggi in questa comunità pochissimi i poveri, molti i medici, gli ingegneri, gli avvocati. Ma,
rimangono i ma…la comunità non ha più una campagna, né stalle con buoi e cavalli e le galline non camminano più liberamente per strada.

Teresa Ceccacci con “L’armonia segreta” il 16 gennaio 2020.

Sempre di giovedì, torna Teresa Ceccacci, giovedí 16 gennaio, con la sua nuova opera “L’armonia segreta-Il
mistero della creazione”. Da sempre appassionata di ricerca, la scrittrice si mostra ancora diffidente verso
quelle insindacabili verità di cui è piena la storia. Il cadavere di un uomo viene trovato all’interno della
antica abbazia Benedettina di San Cugat del Vallès, in Spagna. L’etnomusicologo Augusto Forte, viene barbaramente assassinato proprio quando era in procinto di rivelare al mondo intero un segreto
straordinario e terribile: lo sconvolgente contenuto del codice di Verona, passato alla storia come
Indovinello Veronese. Nella spirale narrativa, negli incalzanti flashback il lettore viene calato in una
dimensione fascinosa e fantastica in equilibrio tra la ciclicità degli eventi e il corso della storia.

Francesco Bisesti con il “Viaggio nell’inquetudine” il 13 febbraio 2020

Un viaggio verso la ricerca del vero grande mistero: La creazione. Francesco Bisesti con il suo “Viaggio nell’inquietudine” sarà ospite di Frosinone legge il 13 febbraio 2020.

Stress, lavoro e i segnali di una incipiente instabilità psichica spingono il protagonista, appassionato conoscitore del pensiero dello scrittore portoghese Fernando Pessoa, a compiere un viaggio a Lisbona alla ricerca di se stesso. Ad accompagnarlo in questo viaggio si unisce la dolce figura di Anna, donna
evanescente e fiabesca, semplice e silenziosa ma con una grossa carica di umanità e di realismo. Ma nuove
inquietudini attendono i due protagonisti di questo fantastico viaggio attraverso le strade di Lisbona, fra tramonti, nebbie e pioviggini ma con lo sguardo proteso alla loro terra d’origine.

Rossella Pompeo con “La donna che faceva crescere gli alberi” il 19 marzo 2020

Con “La donna che faceva crescere gli alberi”, il 19 marzo 2020, Rossella Pompeo ci farà compiere un
viaggio a ritroso nel tempo e nello spazio: la Seconda Guerra mondiale in Australia, l’Italia del Po degli anni
’60, la Sardegna e la Parigi anni ’70, sino ad arrivare nell’Africa dei Griots, i poeti e cantori che conservano
la tradizione orale degli avi. Il filo conduttore che legherà una vita all’altra, una città all’altra, saranno gli
alberi, le piante, i loro fiori che genereranno una foresta di anime, dietro i cui destini ci perderemo,
ritrovando forse, il nostro presente e intuendo il nostro futuro.

Alessio Brocco con “Fantasma” il 16 aprile 2020

Il 16 aprile 2020 l’appuntamento è con Alessio Brocco. “Fantasma” opera d’esordio del giovane
giornalista. Il protagonista del romanzo è uno scrittore inedito che sogna di diventare un affermato
professionista. Un giorno incontra un autore di successo in piena crisi creativa che legge ed apprezza la
bozza del romanzo su cui il protagonista sta lavorando da anni ed ha un’intuizione: assumerlo come
ghostwriter. Il protagonista scrive, lo scrittore firma. A ognuno il proprio destino. Perché il titolo Fantasma?
Perché è il destino dei tanti ghostwriter, il libro è scritto da loro ma sono dei fantasmi perché il nome sulla copertina lo mette un altro. Ma come andrà a finire?

Gerardo Digiammarino con la “Storia dell’Ospedale di Frosinone Umberto I di Frosinone tra le due guerre” il 14 maggio 2020

Completeranno questa terza tornata di incontri Gerardo Digiammarino e Padre Vincenzo La Mendola,
redentorista, il 14 maggio 2020 con la “Storia dell’Ospedale Umberto I di Frosinone tra le due guerre.
L’opera dei Padri Redentoristi dopo il bombardamento della città”. Di Giammarino è al suo secondo
volume sulla storia sanitaria del comune capoluogo. Una storia affascinante che sembra un romanzo. Nella sua narrazione non poteva che imbattersi anche nelle drammatiche vicende della seconda guerra mondiale che Frosinone ha vissuto tragicamente sulla pelle di tanti cittadini che in quelle circostante hanno avuto un grandissimo sostegno da parte dei Padri Redentoristi di San Gerardo. E Padre La Mendola, dell’Istituto storico redentorista di Roma, ci racconterà quelle giornate.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Advertisement

Notizie sponsorizzate

Advertisement

Archivio Storico

Advertisement